Ricerca personalizzata
Ricerca personalizzata

mercoledì 29 agosto 2012

Riprendiamoci l' Italia

Basta.
Basta.
Basta essere sottomessi da tutti e da tutto.
I nostri militari, i due ragazzi in India, sono ancora li' a sperare che qualcuno o meglio che il nostro tanto amato governo faccia qualcosa, ma dai non e' possibile che gli Americani hanno commesso lo stesso reato ed i loro militari sono gia' a casa ed i nostri sono ancora li' a pregare ed aspettare qualcuno che si scomodi dalla propria sedia e li vada a prendere.
E poi permettemi , che schifo le compagnie petrolifere che loro hanno difeso li hanno abbandonati senza neanche tentare di aiutarli.
Ma in che modo viviamo?
Ma gli Italiani dove sono?
Possibile mai che state tutti su facebook a gridare alla lotta ma nessuno a Roma a farsi sentire?
Possibile mai che ci distruggono di tasse ed aumenti della benzina e nessuno fa niente per mandarli a casa ?
In Italia non si e' mai verificata una Rivoluzione, vi siete chiesti il perché ?
Non abbiamo mai avuto il coraggio di ribellarci a nessuno perché siamo pigri.
Vi lascio con questo pensiero:
Se vogliamo veramente risolvere i nostri problemi dobbiamo veramente fare qualcosa troppa gente si suicida per colpe non sue ma di chi ci governa.
Bisogna ripartire da zero, ma onestamente.
Spero che il messaggio vi sia arrivato.

sabato 25 agosto 2012

Il Giro del Mondo in Camper II


Come vi avevo già scritto in un altro post (Il Giro del Mondo in Camper), i signori Jean e Nathalie Constantin, tenteranno il giro del mondo in caravan. ” I coniugi Constantin hanno preso contatto con noi nel corso dell’ ultima fiera parigina di settore - ha spiegato Bruno Calandri referente
per il progetto della Grosso Vacanze-. Abbiamo deciso di appoggiarli e sponsorizzarli consigliando il mezzo più adatto, un Blucamp modello Sky22, che per compattezza, robustezza e caratteristiche tecniche era il più consono all’ impegnativo viaggio che volevano affrontare".

” La filosofia di questo viaggio - ha spiegato Nathalie - è di portare la nostra cultura nei paesi che andremo a visitare, e tenere un diario in cui racconteremo gli usi, i costumi, e forniremo notizie pratiche con un album fotografico e la nostra valutazione delle città. Chiunque potrà contattarci e darci appuntamento nei vari luoghi, saremo felici di fare nuove conoscenze” .


 I coniugi d’ oltralpe non avevano mai utilizzato, prima di quest’ avventura, un camper, neanche a noleggio, quindi affronteranno il giro del mondo da neofiti. Che dire un bel modo per rompere la monotonia quotidiana.

E’  possibile seguire il giro del mondo e contattare Jean e Nathalie collegandosi ai siti: http://www.blucamp.com/ o http://www.natetjean.com/.






lunedì 20 agosto 2012

Mariah Carey - Touch My Body

Video divertente di Mariah Carey sulla canzone Touch My Body, consigliato e poi lei è davvero bella.


Il Giro del Mondo in Camper

Per molti, la voglia di cambiare vita è davvero un pallino fisso nella mente, e quando la situazione economica non è delle migliori, la voglia aumenta sempre di più.
Questo è il caso di Fernando e Fleur Fernandez, i due coniugi sulla trentina che si sono licenziati dell'ente pubblico dove lavoravano, in Spagna, per poi vendere tutti i loro averi e comprare un camper per fare il giro del mondo.
A quanto pare, inizialmente amici e parenti non erano d'accordo su questa loro scelta, anche per i loro bambini, Aisha di 5 anni e Noah di 1, che avrebbero avuto difficoltà nel vivere una vita da nomadi.
Fatto sta, che i due non si sono fatti intimorire e hanno messo in atto la loro idea, spiegando che sapevano benissimo i sacrifici a cui dovevano far fronte.

Notizia tratta da notizie.delmondo.info

Leucemia linfatica cronica

La leucemia è una neoplasia ematologica (tumore del sangue) che si sviluppa nel midollo osseo, nel sangue, nel sistema linfatico e in altri tessuti. Le leucemie sono comunemente distinte in acute e croniche, a seconda della velocità di progressione della malattia.
In generale, si parla di leucemia in presenza di alterazioni biologiche nelle cellule del sangue (globuli rossi, globuli bianchi e piastrine) che provocano una crescita e una proliferazione incontrollata delle cellule stesse. 
Il nome leucemia deriva dalla parola greca leucos = bianco proprio perché la malattia ha inizio nei globuli bianchi, le cellule incaricate di combattere le infezioni, che normalmente si riproducono secondo le necessità dell’organismo. Nei pazienti affetti da leucemia, il midollo osseo produce un elevato numero di globuli bianchi anomali, che presentano mutazioni genetiche nel DNA e che non funzionano correttamente.
Le cause di questa malattia non sono ancora note con esattezza, ma sembra che vi siano implicati sia fattori genetici sia ambientali.

Le leucemie croniche sono più caratteristiche dell’età adulta. Le forme più comuni sono la leucemia linfatica cronica (LLC) e la leucemia mieloide cronica (LMC): per entrambe, potrebbe essere più indicato utilizzare al posto di “leucemia” la parola “leucosi” data la netta diversità di comportamento, risposta alla terapia e prognosi rispetto alle leucemie acute.
La LLC è la leucemia più diffusa negli adulti e l’età media di insorgenza è intorno ai 65 anni. In alcuni casi il suo sviluppo è talmente lento che la malattia rimane latente per anni, senza sintomi evidenti e a volte senza alcun bisogno di trattamento. Questa malattia colpisce i linfociti, un particolare gruppo di globuli bianchi che aiutano l’organismo a combattere le infezioni che si accumulano nel sangue periferico, nel midollo osseo e negli organi linfatici.


FATTORI DI RISCHIO
Non si conoscono al giorno d’oggi fattori di rischio ambientali o legati all’esposizione con agenti chimici o fisici. La familiarità (casi di LLC in famiglia) comporta un aumentato rischio di sviluppare la malattia, circa 3 volte maggiore rispetto alla popolazione normale.
L’incidenza della LLC aumenta considerevolmente con l’aumentare dell’età tanto da registrare un’incidenza di circa 30 nuovi casi per 100.000 abitanti in soggetti di >80-85 anni.


PREVENZIONE
Non esiste una prevenzione specifica (stili di vita, abitudini alimentari…) per questa malattia.

giovedì 16 agosto 2012

Il Cacao contro L' Alzheimer

Il cacao infatti può essere annoverato tra le sostanze buone e appaganti per la gola che hanno anche il pregio di far bene. A patto che, naturalmente, lo si consumi in modiche quantità e all'interno di una dieta equilibrata. E poi dicono che "le cose buone fanno male".
Una ricerca italiana  aggiunge un'altra importante virtù al cacao, è in grado di frenare il declino cognitivo che interessa il 6 per cento degli over 70. In polvere, sotto forma di tavoletta o di bevanda, poco importa: l'ultimo potere del cacao pare sia quello di contrastare l'Alzheimer. Oltre a essere un antidepressivo e un antiossidante, a migliorare le funzioni dei vasi sanguigni e a ridurre la pressione, questa sostanza che ha anche il vantaggio di essere buona vanta la capacità di contrastare l'invecchiamento delle cellule cerebrali. Lo ha scoperto l'équipe coordinata dal professor Giovambattista Desideri, della Divisione Geriatrica dell'Università dell'Aquila, in uno studio pubblicato sul giornale Hypertension.
È tutto merito dei flavonoli del cacao, ovvero dei composti appartenenti alla classe dei flavonoidi: nelle giuste dosi sarebbe infatti grazie a questi componenti naturali che il cacao aiuterebbe a frenare il declino cognitivo. Lo studio ha coinvolto novanta persone anziane già interessate da un declino cognitivo lieve, condizione che comporta la perdita di memoria e che può progredire fino ad arrivare alla demenza e all'Alzheimer.Il ruolo chiave dei flavonoli del cacao, secondo i ricercatori, sta soprattutto nel ridurre l'insulino-resistenza, ovvero la reattività dell'organismo all'ormone che controlla gli zuccheri. Se il cacao mantiene il cervello giovane sarebbe infatti proprio grazie alla riduzione della resistenza all'insulina, clinicamente correlata al miglioramento delle performance mentali.

In Farmacia nuova regola.

Da oggi il medico dovra' indicare in ricetta 

'rossa', in linea generale, il nome del principio 

attivo del farmaco prescritto invece del nome 

commerciale. Puo' aggiungere, oltre alla 

sostanza contenuta nel farmaco, anche il nome 

commerciale di un medicinale solo nel caso in 

cui sia specificata la "non sostituibilita'", che va 

giustificata con una sintetica motivazione ad hoc. 

Le nuove norme sono entrate in vigore con la 

pubblicazione in Gazzetta ufficiale, datata 14 

agosto. Pubblicazione che stabilisce la conversione in legge del dl 95 'Disposizioni urgenti per la 

revisione della spesa pubblica con invarianza dei servizi ai cittadini'.La nuova normativa per i medici 

e' indicata al comma 11-bis. "Il medico che curi un paziente, per la prima volta, per una patologia 

cronica, ovvero per un nuovo episodio di patologia non cronica - si legge - per il cui trattamento sono 

disponibili piu' medicinali equivalenti e' tenuto ad indicare nella ricetta del Servizio sanitario 

nazionale la sola denominazione del principio attivo contenuto nel farmaco". Il medico "ha facolta' di 

indicare altresi' la denominazione di uno specifico medicinale a base dello stesso principio attivo; tale 

indicazione e' vincolante per il farmacista ove in essa sia inserita, corredata obbligatoriamente di una 

sintetica motivazione, la clausola di non sostituibilita'". Il farmacista dovra' attenersi alla disposizione. 

lunedì 13 agosto 2012

I nomi dei personal trainer del sesso



Volete dei nomi? Ve li diamo!
I primi due personal trainer del sesso hanno un nome ed un cognome! Si chiamano Eric Amaranthe Amy Jo Goddard, a loro detta veri esperti del settore che non vedono l'ora di salvare le alcove a rischio di milioni di coppie. I due guru del sesso discordano sull'approccio alle lezioni: mentre Eric preferisce essere in prima linea durante l'atto sessuale della coppia da "salvare", posizionandosi quindi a ridosso del letto, Emy, figlia della nuova tecnologia, preferisce osservare tutto con "distacco", attraverso la webcam di Skype!
Quanto costa ingaggiare un personal trainer del sesso?
Al momento, però, non è ancora stato reso noto il tariffario dei due professionisti dell'amore, come avrebbe cantato Julio Iglesias!

I personal Trainer del Sesso


Negli Stati Uniti, proprio quando credevamo di aver visto e sentito tutto, ci stupiscono ancora una volta lanciando sul mercato, probabilmente, una delle professioni più bizzarre (o inutili..?) del mondo del lavoro: il personal trainer del sesso! Si, avete letto bene! Questo nuovo professionista del settore, versione evoluta e "notturna" del classico personal trainer che troviamo in palestra, anziché la giusta dieta e la postura adatta per gli addominali, ci indicherà, proprio mentre noi ci stiamo dimenando sotto le lenzuola, quello che non va nella nostra performance sessuale, dandoci le giuste "dritte" in tempo reale!Provate ad immaginare: uno sta lì con il proprio partner sul letto e qualcun altro, seduto su una sedia a un metro da loro, inizia a fare il professore: "Più concentrato ragazzo! Più sorridente ragazza! Volete usare quell'attrezzo che vi è costato 65 euro? Ora vi consiglio la posizione in cui lui sta sopra e lei.. pure!". Il personal trainer che ingaggerete, proprio come un blasonato sessuologo, entrerà nella vostra esperienza erotica sviscerando ogni forma di taboo, remora e perversione al solo fine di migliorare la vostra vita sessuale di tutti i giorni e rendervi persone più felici e soddisfatte.

Descrizione delle colonne dello Strumento per le parole chiave


Quando utilizzi lo Strumento per le parole chiave, puoi visualizzare varie statistiche accanto alle idee per le parole chiave e per i gruppi di annunci ottenute. In seguito, potrai utilizzare questi dati per scegliere le parole chiave o i gruppi di annunci che ti consentano di raggiungere meglio i tuoi obiettivi pubblicitari. Quando cerchi delle idee, vengono visualizzate automaticamente le statistiche che il sistema considera più utili, ma puoi anche personalizzare la tabella dei risultati in modo da visualizzare altri tipi di dati.

Colonne predefinite

Quando utilizzi lo Strumento per le parole chiave per ottenere idee per le parole chiave e per i gruppi di annunci, i risultati vengono visualizzati in una tabella che include le statistiche.

See search results


Di seguito sono indicate le colonne visualizzate per impostazione predefinita e il significato dei dati contenuti in ciascuna colonna:
  • Concorrenza: indica il numero di inserzionisti in tutto il mondo che fanno offerte per ciascuna parola chiave rispetto a tutte le parole chiave utilizzate su Google. La barra ombreggiata rappresenta un riferimento generale con andamento crescente, che consente di determinare il grado di competitività del posizionamento per una determinata parola chiave.
  • Ricerche mensili globali: la media del numero di ricerche su Google nell'arco di 12 mesi per ogni parola chiave per tutte le località e le lingue, nonché per tutti i dispositivi e i tipi di corrispondenza delle parole chiave. Questa statistica include il traffico in tutti i Paesi e in tutte le lingue. Se non sono disponibili dati sufficienti per una determinata parola chiave, viene visualizzato un trattino (-).
  • Ricerche mensili locali: la media del numero di ricerche su Google nell'arco di 12 mesi per ogni parola chiave per le località, le lingue e i dispositivi selezionati. Se hai selezionato più località, una località che non è un Paese o se non disponiamo di dati sufficienti, verrà visualizzato un trattino (-).
  • CPC approssimato: indica il costo per clic (CPC) approssimato che potresti pagare se facessi un'offerta per la parola chiave. La media dei CPC viene calcolata in base a tutte le posizioni degli annunci.

Altre colonne

Per visualizzare statistiche aggiuntive fai clic sul menu a discesa Colonne sopra la tabella.

See additional columns


Di seguito sono indicate le colonne che puoi aggiungere alla tabella e il relativo significato:
  • Quota annuncio: indica la percentuale di volte in cui l'annuncio viene attivato. Questa statistica è specifica per il Paese o la zona target. Quando cerchi idee per le parole chiave in base a un URL di sito web, puoi visualizzare solo i dati relativi alla quota annuncio.
  • Quota ricerca: indica la percentuale di volte in cui il tuo sito web viene visualizzato nella prima pagina dei risultati organici. Questa statistica è specifica per il Paese o la zona target. Quando cerchi idee per le parole chiave in base a un URL di sito web puoi visualizzare solo i dati relativi alla quota ricerca.
  • Tendenze della ricerca locali: disponibile solo per gli inserzionisti che hanno effettuato l'accesso, indica le fluttuazioni del traffico di ricerca su Google di ciascuna parola chiave nei precedenti 12 mesi. Ogni barra del grafico mostra il rendimento complessivo di una parola chiave in un periodo di 12 mesi. Questa statistica è specifica per il Paese e la lingua target.
  • Rete di ricerca di Google: indica il numero di ricerche eseguite in un mese dagli utenti con la parola chiave sulla rete di ricerca di Google, in base a un periodo approssimativo di 12 mesi. Questa statistica è specifica per il Paese e la lingua target ed è disponibile solo per il tipo di corrispondenza esatta.
  • Estratto dalla pagina web: quando cerchi idee per le parole chiave in base a un URL di sito web, verrà visualizzata una pagina di destinazione pertinente alla parola chiave presente nella colonna "Estratto dalla pagina web". Supponiamo che tu stia cercando idee per le parole chiave in base all'URL del sito web www.candy-example.com. L'idea per la parola chiave "regali di San Valentino" e la pagina web www.candy-example.com/valentinesdaygifts possono essere visualizzate nella colonna "Estratto dalla pagina web". In questo modo puoi farti un'idea di quali pagine di destinazione poter utilizzare per singole parole chiave.

Di seguito sono elencati alcuni aspetti da tenere presenti per le statistiche:

  • Le statistiche di ricerca possono variare in base ai tipi di corrispondenza delle parole chiave scelti. Se selezioni Generica o A frase, saranno prese in considerazione determinate varianti delle parole chiave che potrebbero potenzialmente attivare gli annunci.
  • Le statistiche sul volume di ricerca sono arrotondate. Questo significa che quando selezioni l'opzione per ottenere idee per le parole chiave per più dispositivi, come ad esempio "Dispositivi WAP mobili" e "Dispositivi mobili dotati di browser Internet completi", i volumi di ricerca potrebbero non sommarsi come previsto.
  • Il traffico sul Web è influenzato dal periodo dell'anno, da eventi correnti e da una serie di altri fattori. Il numero di ricerche con le parole chiave specificate, pertanto, è in constante oscillazione.

Suggerimenti

  • La selezione di parole chiave deve basarsi più sulla qualità che sulla quantità in quanto parole chiave più pertinenti tendono a fornire risultati migliori. Le parole chiave che fanno registrare il traffico di ricerca più elevato o maggiore concorrenza tra inserzionisti non necessariamente forniscono lead più qualificati.
  • Puoi scaricare i risultati delle parole chiave e le relative statistiche utilizzando il pulsante Download sopra la tabella. Le colonneConcorrenza e Tendenze della ricerca locali riportano valori compresi tra 0 e 1 correlati alla percentuale di ombreggiatura delle barre visualizzate nello Strumento per le parole chiave. I dati di Tendenze della ricerca locali (disponibili solo per gli inserzionisti che hanno effettuato l'accesso), vengono suddivisi in 12 colonne, una per mese.

Perfezionamento dei risultati di ricerca


Immaginiamo, ad esempio, che tu abbia cercato idee per le parole chiave e che desideri modificare i risultati per visualizzare soltanto le idee per i computer portatili e desktop oppure soltanto le parole chiave con corrispondenza a frase. Hai l'opportunità di perfezionare i risultati in vari modi nelle schede Idee per i gruppi di annunci e Idee per le parole chiave.

Targeting e filtraggio dei risultati di parole chiave

Per perfezionare ulteriormente i risultati, fai clic sul link Opzioni avanzate e filtri. Successivamente puoi scegliere le seguenti opzioni:
  • Località e lingue: scegli lingue e Paesi specifici per visualizzare idee per le parole chiave relative alle tue selezioni. Ad esempio, puoi visualizzare idee per le parole chiave per i clienti francofoni in Svizzera.
  • Dispositivi: per visualizzare idee per i posizionamenti per dispositivi specifici, come dispositivi mobili dotati di browser Internet completi o dispositivi WAP mobili, seleziona un dispositivo dal menu a discesa Mostra idee e statistiche per.
  • Idee filtro: puoi filtrare i risultati in base alle ricerche effettuate in tutto il mondo su Google (ricerche mensili globali), alle ricerche eseguite nel Paese target selezionato (ricerche mensili locali), al CPC approssimativo e ai tipi di concorrenza. Seleziona il menu a discesa Idee filtro. "Ricerche mensili locali" è l'opzione predefinita. Seleziona l'opzione in base alla quale ottimizzare i tuoi risultati.

Ordinamento dei risultati

Le idee per le parole chiave vengono ordinate automaticamente in base alla pertinenza. Tuttavia, potresti decidere di esaminare le idee che generano il maggior numero di ricerche mensili in tutto il mondo oppure quelle con una concorrenza elevata. Ecco come ordinare i risultati in base a criteri differenti:
  • Fai clic sul menu a discesa Ordinato per pertinenza e seleziona in che modo organizzare i risultati. I risultati verranno quindi riorganizzati.
  • Fai clic sull'intestazione della colonna della statistica di interesse per disporre le parole chiave in ordine decrescente. Fai nuovamente clic per disporre i risultati in ordine crescente.

Inclusione o esclusione di idee

Per includere o escludere determinati termini dai risultati delle parole chiave, procedi nel seguente modo.
  • Inclusione di termini: nella casella Includi termini, inserisci le parole chiave e fai clic sul pulsante +. I risultati verranno aggiornati per includere solo le idee per le parole chiave che contengano almeno uno dei termini aggiunti. Se non racchiudi le parole chiave tra virgolette, vengono visualizzate idee che includono entrambi i termini (ma non necessariamente solo tali termini) in qualsiasi ordine. Se racchiudi le parole chiave tra virgolette, vengono visualizzate idee per le parole chiave che includono entrambi i termini nell'ordine in cui li hai aggiunti.

    Strumento per le parole chiave

    Visualizza la casella Includi termini
  • Esclusione di termini: nella casella Escludi termini, inserisci le parole chiave e fai clic sul pulsante +. I risultati vengono aggiornati con idee per le parole chiave che non includono nessuno dei termini aggiunti.

    Strumento per le parole chiave

    Visualizza la casella Escludi termini

Uso delle opzioni di corrispondenza delle parole chiave

Quando cerchi idee per le parole chiave, vengono visualizzati automaticamente i risultati per parole chiave a corrispondenza generica. Puoi scegliere di visualizzare i risultati con corrispondenza generica, corrispondenza esatta o corrispondenza a frase per confrontare le statistiche di parole chiave con piùtipi di corrispondenza.
Per visualizzare i risultati con più tipi di corrispondenza, seleziona o deseleziona le caselle di controllo accanto ai tipi di corrispondenza scelti. Ad esempio, per confrontare le statistiche per le versioni con corrispondenza generica e corrispondenza a frase delle parole chiave suggerite, seleziona le caselle di controlloCorrispondenza generica e "Corrispondenza a frase".

Personalizzazione della tabella

Prima di fare la scelta definitiva, puoi utilizzare le colonne della tabella per confrontare le statistiche relative al rendimento delle parole chiave. Per impostazione predefinita vengono visualizzati i dati della Ricerca Google relativi a concorrenza, ricerche mensili globali, ricerche mensili locali e costo per clic (CPC) approssimativo.
Per personalizzare la tabella con colonne diverse, fai clic sul menu a discesaColonne e seleziona le caselle di controllo corrispondenti ai dati che desideri visualizzare nella tabella. Fai clic su Applica per aggiornare la tabella.

Strumento per le parole chiave


Utilizzo dello Strumento per le parole chiave per ottenere idee per le parole chiave e i gruppi di annunci

Hai bisogno di aiuto per trovare parole chiave o gruppi di annunci da aggiungere alle campagne? Affida questo compito allo Strumento per le parole chiave. Quando inserisci parole o frasi correlate al tuo prodotto o servizio nello strumento, questo suggerisce un insieme di idee per le parole chiave e i gruppi di annunci correlate ai termini che hai scelto. Successivamente potrai ottenere altre idee per le parole chiave e i gruppi di annunci simili ai risultati che ti interessano. Puoi anche esaminare le statistiche sul rendimento delle idee per le parole chiave e i gruppi di annunci, scaricare le idee o aggiungerle a una campagna esistente.

Perché utilizzare lo Strumento per le parole chiave

Lo Strumento per le parole chiave può aiutarti a trovare idee per le parole chiave e i gruppi di annunci a cui potresti non avere pensato quando hai creato le tue campagne. Ecco qualche altro consiglio per creare elenchi di parole chiave efficaci per le campagne della rete di ricerca utilizzando lo Strumento per le parole chiave:
  • Crea nuovi gruppi di annunci: ottieni idee per gruppi di annunci tematici correlati ai tuoi prodotti o servizi. Ad esempio, se cerchi cioccolato fondente, potresti visualizzare l'idea di gruppo di annunci tavoletta di cioccolato fondente che include parole chiave quali cioccolatini fondenti e tavolette di cioccolato fondente biologico.
  • Inizia inserendo parole generiche per poi passare a termini più specifici: utilizza lo Strumento per le parole chiave per sperimentare parole chiave generiche e poi provare parole chiave più specifiche. Ad esempio, potresti iniziare la ricerca con la parola chiave cioccolato e poi usare parole chiave più specifiche qualicioccolato fondente o cioccolato senza zucchero. Quanti più esperimenti fai, tante più idee per le parole chiave e i gruppi di annunci riceverai per migliorare le tue campagne pubblicitarie.
  • Identifica parole chiave a corrispondenza inversa: quando cerchi idee per le parole chiave, è possibile che vengano visualizzate parole chiave non pertinenti alla tua attività. Puoi aggiungere questi termini al gruppo di annunci come parole chiave a corrispondenza inversa per impedire che l'annuncio venga visualizzato in corrispondenza di tali termini. Ad esempio, se vendi cioccolatini fondenti ed esegui una ricerca con la parola chiave cioccolato fondente, potresti visualizzare il termine correlato ricetta di torta al cioccolato fondente. Potrai aggiungere questo termine come parola chiave a corrispondenza inversa per impedire che l'annuncio venga visualizzato in corrispondenza di ricerche con i termini ricetta di torta al cioccolato fondente.
  • Trova parole chiave e gruppi di annunci in base ai contenuti del sito: puoi inserire l'URL del sito web della tua attività oppure qualsiasi sito relativo alla tua attività. Il sistema analizzerà le pagine e ti suggerirà idee per le parole chiave e i gruppi di annunci pertinenti.
  • Specifica una lingua e una località: puoi perfezionare i suggerimenti di parole chiave e gruppi di annunci in base a specifiche lingue e località. Se hai definito come target gli utenti di lingua francese che vivono in Svizzera, imposta la lingua e la località corrispondenti nello Strumento per le parole chiave.

Suggerimento

Mentre cerchi idee per le parole chiave e i gruppi di annunci, segui i nostri suggerimenti per creare l'elenco di parole chiave ottimale.

Come utilizzare lo Strumento per le parole chiave

Per iniziare a utilizzare lo Strumento per le parole chiave, inserisci una parola o una frase correlata ai tuoi prodotti o servizi. Le tue idee per le parole chiave possono essere visualizzate in un elenco oppure suddivise in gruppi di annunci tematici.
Per utilizzare lo Strumento per le parole chiave, procedi nel seguente modo:
  1. Accedi all'account AdWords alla pagina https://adwords.google.it Nuova finestra
  2. Fai clic sul menu a discesa Strumenti e analisi e seleziona Strumento per le parole chiave.

    Strumento per le parole chiave

    Trova il link allo Strumento per le parole chiave
  3. Inserisci una parola o una frase oppure l'indirizzo di un sito web nelle apposite sezioni della casella. Per ottenere idee più specifiche, seleziona una categoria pertinente dal menu a discesa o inizia a digitare il nome di una categoria per far apparire il menu. Se non selezioni una categoria, la ricerca viene effettuata in tutte le categorie. Per evitare di generare un numero eccessivo di idee, indica sia una parola o una frase sia l'URL di un sito web.

    Strumento per le parole chiave

    Visualizza come cercare idee
  4. Fai clic su Cerca. I risultati vengono visualizzati nella tabella.

Suggerimenti

  • Per cercare idee utilizzando le impostazioni di targeting di una campagna e di un gruppo di annunci esistenti, selezionali rispettivamente nelle caselle Campagna e Gruppo di annunci nella parte superiore del browser. Ad esempio, se scegli la campagna Cioccolato e il gruppo di annunci Cioccolato fondente, verranno visualizzate idee per gli utenti di lingua italiana che vivono in Italia, in quanto queste sono la lingua e la località target di tale campagna. Il sistema prende in considerazione anche le parole chiave a corrispondenza inversa della campagna o del gruppo di annunci, pertanto non genera idee con tali parole chiave a corrispondenza inversa.
  • Seleziona la casella di controllo accanto a "Mostra solo idee strettamente correlate ai miei termini di ricerca" per visualizzare solo i risultati che includono i termini di ricerca originali.
  • Se il target della tua campagna è una città o una provincia, viene tenuto in considerazione solo il Paese corrispondente. Puoi modificare le impostazioni di Paese e lingua dello strumento per esaminare statistiche diverse e confrontare le potenziali parole chiave.

Tumori, hanno le ore contate.


Scoperta una proteina che contrasta il meccanismo che fa vivere le cellule malate più a lungo delle sane

MILANO - DBC1 e SIRT1: non sono navicelle spaziali, ma proteine. Che hanno un ruolo importante nella salute del nostro organismo. Le ha studiate un gruppo di ricercatori dell’Istituto Nazionale dei Tumori di Milano, arrivando alla conclusione che la DBC1 può far ripartire il meccanismo che porta le cellule tumorali a invecchiare e poi a morire. Al contrario, la SIRT1 è una specie di "elisir di lunga vita" per le cellule del tumore. I ricercatori hanno dimostrato che DBC1 è capace di annullare l’effetto di "eterna giovinezza" della SIRT1. Quest'ultima è coinvolta però anche in altri processi, in particolare è utile nella regolazione del metabolismo e se presente in buone dosi può prevenire obesità e diabete. Dunque come regolarsi? «Premetto che questo studio è a un livello iniziale e che siamo già impegnati in ulteriori approfondimenti - spiega Laura Zannini, ricercatrice all'Istituto nazionale dei tumori e prima autrice dello studio -. Abbiamo analizzato linee cellulari umane con tumori e abbiamo individuato il ruolo positivo della DBC1 nella cura del cancro, in particolare il tumore al seno. Allo stesso tempo però la proteina ha un ruolo negativo per obesità e diabete, dunque un eventuale sbocco terapeutico dovrebbe essere in grado di modulare e localizzare i livelli delle due proteine. Nel tumore del seno abbiamo visto che entrambe le proteine sono presenti in livello elevato». Obiettivo dello studio, pubblicato sul numero di agosto della rivistaJournal of Molecular Cell Biology, è «cercare di capire il ruolo delle due proteine come marker per il tumore al seno e altri tipi di tumore - spiega Zannini -, nell'ottica della diagnosi precoce». Nella nuova fase del lavoro, i ricercatori vogliono capire come avviene l'interazione tra le due proteine, che - si è visto - aumenta in presenza di danni al Dna (per esempio durante la chemioterapia).
LO STUDIO - In generale, quando le cellule del corpo umano presentano una grave alterazione del Dna si attiva al loro interno la proteina p53, chiamata “il guardiano del genoma” in quanto è responsabile dell’apoptosi, cioè un meccanismo naturale che spinge le cellule con il Dna troppo danneggiato a morire. Questo "suicidio cellulare" è essenziale perché evita che cellule con il patrimonio genetico alterato e potenzialmente in grado di trasformarsi in cellule tumorali possano continuare a crescere in modo incontrollato. In caso di tumore, questo meccanismo non solo non si attiva ma è anche molto alto il livello della proteina SIRT1, l’"elisir di lunga vita" delle cellule, che blocca p53 e mantiene in vita le cellule tumorali per un periodo superiore alla norma. Lo squilibrio tra i valori di DBC1 e SIRT1 all’interno delle cellule tumorali era un fenomeno già noto; ciò che non era conosciuto era il tipo di rapporto che lega queste due proteine. I ricercatori dell’Istituto Nazionale dei Tumori hanno aumentato artificialmente il livello di DBC1 in cellule del tumore mammario: conseguenza di questa variazione è stata una diminuzione di SIRT1. Alla riduzione di questa proteina è corrisposto un aumento di p53 e si è intensificato il fenomeno di "morte programmata" delle cellule tumorali.
INTERAZIONE - Sulla base dei risultati, i ricercatori hanno anche compreso perché nei tessuti di tumori del seno e dello stomaco dalla prognosi particolarmente infausta si registrano valori alterati di DBC1 e SIRT1: un livello limitato del primo consente un’elevata presenza di quest’ultima proteina e quindi una lunga vita e azione delle cellule del tumore. Sottolinea Domenico Delia, responsabile della Struttura meccanismi molecolari di controllo del ciclo cellulare dell’Istituto Nazionale dei Tumori: «La nostra ricerca ha studiato la presenza di queste proteine e come interagiscono tra loro nei tessuti del tumore del seno, tuttavia queste molecole sono presenti e coinvolte nel ciclo vitale di tutte le cellule e questo implica che i risultati di questa ricerca sono applicabili a diverse forme di cancro. Si aprono quindi importanti prospettive di ricerca: possiamo studiare nuove strategie terapeutiche che aumentino la presenza nell’organismo e nei tessuti del tumore di DBC1, contrastando così l’azione di ringiovanitrice di SIRT1 e spingendo al suicidio le cellule tumorali. È importante precisare – continua Delia – che si tratta ancora di una scoperta effettuata in laboratorio e che prima di avere un applicazione clinica di questo meccanismo saranno necessari alcuni anni».

venerdì 10 agosto 2012

DUCATI-ROSSI, STORIA FINITA. VALE TORNA ALLA YAMAHA


La casa bolognese ha comunicato che il rapporto con Valentino Rossi si chiuderà alla fine del campionato del mondo del 2012. Il campione pesarese correrà per il team giapponese nelle prossime due stagioni a fianco di De Lorenzo.

Ducati-Rossi, storia finita. Vale torna alla Yamaha
Valentino Rossi
ROMA - Ducati-Rossi è addio, Vale torna alla Yamaha. Mentre la casa bolognese comunicava sul proprio sito la fine nel 2012 del rapporto con il campione pesarese, dal Giappone l'annuncio del grande ritorno. Valentino Rossi correrà per il team nipponico nelle prossime due stagioni.

IL COMUNICATO DELLA DUCATI. ''In attesa che il motomondiale si rimetta in azione per il Gran Premio di Indianapolis del 19 agosto - si legge nella nota diffusa dalla casa di Borgo Panigale - Ducati comunica che alla fine del Campionato del Mondo MotoGP 2012 si concluderà il rapporto di collaborazione con Valentino Rossi. Ducati fa gli auguri al pilota italiano per le nuove sfide che andrà ad affrontare, continuando nel frattempo a mettere in campo tutte le sue energie per condividere un finale di stagione in crescita''. Ducati, dopo aver recentemente rinnovato l'accordo con il pilota americano Nicky Hayden, sta completando la definizione della squadra che gareggerà nel Campionato del Mondo 2013.

IL RITORNO IN YAMAHA. ''E'con grande piacere che Yamaha Motor Co. Ltd conferma la firma di Valentino Rossi per il Team Yamaha Factory Racing MotoGP per le stagioni 2013 e 2014'', afferma una nota. Rossi è entrato in Yamaha nel 2004 e ha conquistato quattro titoli di campione del mondo MotoGP con la Yamaha YZR-M1 nel 2004, 2005, 2008 e 2009. In sette anni, ha vinto 46 Gran Premi con la Yamaha prima di lasciare alla fine della stagione 2010.

IN COPPIA CON DE LORENZO. Rossi, attualmente 8/o nel Mondiale 2012, farà coppia con Jorge Lorenzo, che guida attualmente la classifica piloti dopo aver ottenuto cinque vittorie nelle prime dieci prove (la stagione ne conta in tutto 18).